Find all hotels and other accommodation facilities

Language

Gita nel Teatino

Da Ortona a Vasto, alle spalle del litorale: alle pendici della Maiella per provare le ricette locali

Itinerario da Ortona a Vasto
  Itinerario da Ortona a Vasto

Gita nel Teatino

Dopo un breve tragitto dal litorale adriatico verso l'entroterra, da Ortona si arriva a Lanciano, il piccolo borgo del miracolo eucaristico risalente all'VIII secolo. Visitato il centro storico disposto su quattro rilievi che dominano la città  nuova, ci si trova ad assaggiare piatti di pesce, la zuppa di farro e ceci, le crispelle di Lanciano, dolce della tradizione natalizia, e i bocconotti, cuscini di pasta sfoglia ripieni di cacao e canditi. Si giunge quindi a Guardiagrele, adagiata su un'altura fra i torrenti Laio e Vesola, con la Maiella da un lato e le colline digradanti verso il mare, dall'altro. è il regno del Trebbiano d'Abruzzo Doc, dei tipici tarallucci ma anche delle burrelle e delle turcenelle (interiora di capretto) in salsa di pomodoro.

San Francesco chef

Civitella Messer Raimondo, ai piedi della Maiella Madre, nel suo territorio conserva pitture rupestri preistoriche e mosaici di epoca romana. Gustati gli insaccati di carne di maiale, si prosegue per Villa Santa Maria, nella bassa valle del Sangro, terra di cuochi: qui nacque e operò san Francesco Caracciolo, patrono della categoria, fondatore di una scuola di cucina, probabilmente la prima della storia. In paese si mangiano il risotto con fragole al profumo di basilico e fòjje e patane (minestra di verdura e patate).

Maccheroni e salsicce

Verso la costa si incontra Atessa, cittadina agricola e industriale posta sullo spartiacque tra i fiumi Sangro e Osento. Provati i maccheroni alla chitarra con ragù di carne, si prosegue, si punta a Scerni, per ingolosirsi della sua saporita ventricina, le salsicce di carne e di fegato. A Vasto, infine, che sorge su un terrazzo che guarda il golfo sottostante, si compra qualche bottiglia di raffinato olio extravergine d'oliva di produzione locale.

La pasta di Fara

La tradizione abbinata alla tecnologia hanno reso Fara San Martino un polo produttivo di livello internazionale per pasta secca e fresca di alta qualità . Al seguito di alcune aziende leader, sono cresciute piccole imprese artigianali, specializzate nella produzione di pasta lavorata con trafila di rame ed essiccata con metodi naturali.

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005