Find all hotels and other accommodation facilities

Language

Fra Teramo e Civitella

Grandi pagine di storia locale si respirano attorno alla Cattedrale di Atri, la Scala Santa di Campli e la colossale fortezza settecentesca di Civitella del Tronto

Itinerario da Atri a Civitella del Tronto
  Itinerario da Atri a Civitella del Tronto

Fra Teramo e Civitella

Uno dei più celebri monumenti dell'Abruzzo é certamente la Cattedrale di Atri (40 km da Teramo). Costruita nel XII secolo e intitolata a Santa Maria Assunta, accoglie i visitatori con uno splendido rosone a dodici raggi sulla facciata esterna e con preziosi affreschi di metà  Quattrocento nel padiglione interno. Tre notevoli portali di età  compresa fra il XIII e il XIV secolo compaiono su un lato di questa grande chiesa mostrando belle decorazioni incise con il richiamo a temi mitologici e a soggetti della simbologia animale. Il vicino Museo Capitolare (tel. 085 8798140) custodisce varie opere d'arte di epoca rinascimentale e medievale, così come risalgono a varie epoche storiche - dall'età  romana al Rinascimento - alcune porzioni del campanile della Cattedrale.

La Scala Santa

Altrettanto monumentale nella zona di Teramo (12 km) é la Scala Santa di Campli: 28 gradini tradizionalmente percorsi dai fedeli in ginocchio per ottenere l'indulgenza plenaria. La devozione di Campli risale al 1772, quando papa Clemente XIV riconobbe alla cittadina abruzzese questo privilegio spirituale. Sul piano culturale e turistico la Scala Santa é un importante scrigno di opere d'arte e dipinti realizzati per raccontare la Passione di Cristo.

Alla scuola di Giotto

Numerosi capolavori di pittura (talvolta legati alla scuola di Giotto e Raffaello Sanzio) sono custoditi a Campli presso la chiesa di San Polo, il convento di San Francesco, le chiese della Madonna della Misericordia e di Santa Maria in Platea. Proseguento si raggiunge Civitella del Tronto (9 km) - sull'antico confine tra il Regno di Napoli e lo Stato Pontificio - per ammirare nella campagna di Teramo la monumentale Fortezza che ancora conserva bastioni e caserme settecentesche, il palazzo del governatore e i resti di una chiesa interna.

Antica necropoli

Circa 600 sepolture risalenti all'età  del Ferro sono venute alla luce nella piana di Campovalano, mostrando i confini di una antichissima necropoli: provengono di qui vari oggetti conservati nel Museo Archeologico di Campli (tel. 0861 569158) che espone tra l'altro vasi, gioielli e spade.

Statue e mosaici

Il chiostro romanico presso la chiesa della Madonna delle Grazie, i resti di un anfiteatro e la duecentesca Cattedrale con notevoli statue e mosaici: sono i principali monumenti da visitare nella preziosa città  di Teramo.

Cerca gli hotels nelle seguenti località dell´itinerario

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005