Find all hotels and other accommodation facilities

Language

Da Lerici a Portovenere

Itinerario da un capo all'altro del Golfo dei Poeti, con tappa a La Spezia per ammirare il Duomo e il Castello di San Giorgio

Itinerario da Portovenere a Tellaro
  Itinerario da Portovenere a Tellaro

Da Lerici a Portovenere

Dal Castello di Portovenere si gode di un ottimo colpo d'occhio sul Golfo dei Poeti: i resti di questa fortificazione eretta dalla Repubblica marinara di [Genova|genova_ge] sovrastano il prezioso centro abitato che scende al mare, ma in qualche modo sorvegliano l'intero golfo che in lontananza bagna le case di Lerici e La Spezia. Uno dei modi più suggestivi per visitare Portovenere é quello di giungervi gradatamente, avvicinandosi lungo la costa proprio a partire da Lerici e La Spezia. Nella zona di Lerici si comincia con l'ammirare un imponente castello (XIII secolo) che oggi funge da Museo Paleontologico; poi si scende all'incantevole baia di Fiascherino (5 km di deviazione fra gli ulivi, fino alle scogliere di Tellaro); infine si punta a La Spezia lungo la strada provinciale che in 10 km giunge alla città  seguendo il profilo del mare.

Un piccolo arcipelago

Gite in barca da Portovenere vengono organizzate frequentemente per raggiungere le vicine isole di Palmaria, Tino e Tinetto. I primi colonizzatori di queste isole furono i monaci in epoca medievale.

Anche ciclabile

Fra La Spezia e Portovenere corrono 13 km di strada statale (SP. 331). Il centro storico del capoluogo suggerisce qualche ora di sosta per ammirare alcuni preziosi monumenti: il Duomo che custodisce una pala di Andrea della Robbia, il duecentesco Castello di San Giorgio, Il Museo Tecnico Navale e il Museo Civico con interessanti reperti preistorici. Si entra in città  lungo l'asse di viale San Bartolomeo. Se ci si muove in bicicletta, conviene raggiungere al fondo del viale una pista ciclabile che attraversa il capoluogo e immette sulla strada verso Portovenere.

La Grotta di Byron

Le scogliere di Portovenere coincidono con l'estrema punta occidentale del Golfo dei Poeti. Vi si ammira la chiesa gotica di San Pietro (XIII secolo), decorata con tipiche bande bianche e nere; si visita poi la Collegiata di San Lorenzo (XII sec.) dove sono custodite sculture medievali e pitture di scuola toscana. Si scende a osservare la suggestiva Grotta "di Byron" sul mare, uno dei luoghi che hanno ispirato poeti ottocenteschi come appunto il lord inglese e Shelley.

Dall'antico Egitto

Modelli di navi di età  comprese fra l'antico Egitto e i giorni nostri si osservano al Museo Tecnico Navale di La Spezia (tel. 0187 783016) insieme al corredo di armi e strumenti di bordo.

Cerca gli hotels nelle seguenti località dell´itinerario

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005