Find all hotels and other accommodation facilities

Language

I gusti decisi del centro storico

Agli appassionati cultori di piatti tipici e popolari, il cuore antico di Genova regala un fiorire di sapori memorabili

Itinerario da V. di Soziglia a Corso Italia
  Itinerario da V. di Soziglia a Corso Italia

I gusti decisi del centro storico

I prodotti locali e di importazione esaltano lo spirito multietnico di Genova sottolineando il carattere sobrio e fantasioso della sua cucina. Nel centro storico, dalle friggitorie emanano i profumi di gianchetti (pesciolini fritti), farinata, panissa (polenta di farina di ceci), cuculli (frittelle di farina di ceci) e frisceà» (frittelle di verdura). Aromi più robusti con la cima (tasca ripiena di frattaglie, uova, verdure e aromi), i berodi (sanguinacci di maiale) e la capponada dei marinai (acciughe condite su una galletta). Le verdure trionfano nello scarbasse (polpettone ripieno) ed é sublime il classico pesto.

Lo spirito di Sottoripa

Una delle strade più vecchie e nobili di Genova sfila per un chilometro a ridosso del Porto Antico. Da piazza Caricamento a piazza della Raibetta rimbalza il dialetto locale, tra ambulanti, botteghe, caffé e bazar. Il poeta Eugenio Montale coglieva nella zona «lo spirito salino che straripa dai moli e fa l'oscura primavera di Sottoripa».

Panna e caffé

Percorrendo i vicoli che intrecciano via Turati, si arriva in piazza Cattaneo e via di San Bernardo, dove regnano i dolci tipici: canestrelli e panera (semifreddo di panna e caffé).

Come la Regina Elena

Da piazza Caricamento si imbocca via di Soziglia (risalendo via Banchi e via degli Orefici), per fermarsi alla confetteria Romanengo: é uno storico negozio, immutato dal 1814, anno dell'inaugurazione. Tra marmi e legni pregiati risalta il torrone ai pistacchi, specialità  preferita dalla Regina Elena di Savoia.

Aromi d'Oriente

Volgendo il passo oltre piazza delle Erbe, dalla centralissima piazza De Ferrari si percorre poi via XX Settembre su cui fa capolino il grande Mercato Orientale coperto, esaltazione della gastronomia locale ed esotica. In direzione del litorale (corso Torino) si approda in un altro angolo caratteristico: il lungomare di corso Italia, ricco di ristorantini, focaccerie e gelaterie.

LA RICETTA: minestrone alla genovese

I porti liguri, in passato, erano delle vere osterie ambulanti che sfamavano i marinai con portate veloci, preparate con ingredienti particolarmente nutrienti. Il piatto più richiesto e gradito era proprio il minestrone. In una pentola si fa bollire dell'acqua salata, quindi, al momento della bollitura, si buttano fagioli, melanzane, fagiolini, patate, zucchine, spinaci, bietole, pomodori, carote, piselli, cipolla e sedano, con l'aggiunta di alcuni cucchiai d'olio. Il tutto deve cuocere per due ore e mezza dalla ripresa del bollore. A cottura ultimata si aggiunga in pentola un po' di pesto.

Cerca gli hotels nelle seguenti località dell´itinerario

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005