Find all hotels and other accommodation facilities

Language

Medioevo di vino

Dalle colline coltivate alle mura di Corinaldo: sfilate storiche e piatti appetitosi

Itinerario da Senigallia a Falconara Marittima
  Itinerario da Senigallia a Falconara Marittima

Medioevo di vino

Dal sole e dalle spiagge di Senigallia ci si sposta nell'entroterra. Il panorama risplende di una campagna generosa. La cucina locale ha radici contadine ed é ricca di incroci e influssi con le vicine terre toscane e umbre. Dai vigneti, che si rincorrono lungo le colline, si ricava la Lacrima di Morro d'Alba Doc, un vino equilibrato e fresco, di buona struttura. Un altro fiore all'occhiello dell'enologia regionale é l'Esino Doc, dal sapore morbido e suadente.

La terra delle cipolle

Per gli intenditori, il borgo di Castelleone di Suasa, alle spalle di Corinaldo, merita una gita. Il luogo è famoso per la cipolla di Suasa, un bulbo a volte piccolo, dorato, un po' allungato o, più spesso, grande e compatto, con foglie esterne rosso-dorate, di sapore dolce.

Cortei e polenta

Corinaldo é un esempio raro di città  fortificata: le porte ornate di merli a coda, le torri di guardia e difesa, i baluardi e la cinta muraria, costruita a partire dal 1366, sono state conservate in modo ideale. Girando per il centro storico sembra di tornare indietro nel tempo, quando passeggiavano dame e cavalieri in armatura. A luglio si svolge la Contesa del Pozzo e della Polenta, che rievoca la fine dell'assedio del 1517, con cortei, giochi e leccornie medievali. Le tavole strizzano l'occhio ai convenuti con piatti tipici, tra cui la famosa polenta. In autunno é utile tornare per una visita in coincidenza con la stagione dei tartufi.

L'abbazia del mistero

A Chiaravalle si trova l'abbazia di S. Maria della Castagnola che si raggiunge da Corinaldo per strade tortuose, oppure più comodamente da Falconara Marittima, sulla costa. La sua fondazione sembra risalga al XII secolo, ma la storia di questo monastero cistercense é avvolta nel mistero. Dopo la visita all'abbazia si gustano i piatti locali: fagiano ripieno con carne di beccaccia disossata, cinghiale stufato con spezie e polenta.

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005