Find all hotels and other accommodation facilities

Language

Le strade del vino

Mangiando ravioli, focacce e dolci, bevendo Rosso Piceno Superiore e Offida Doc: una magica altalena di gusti e aromi

Itinerario da Ascoli Piceno a Ripatransone
  Itinerario da Ascoli Piceno a Ripatransone

Le strade del vino

Un ultimo giro per le vie di Ascoli Piceno, alla ricerca di scorci inediti, e poi una sosta corroborante nei ristoranti per assaggiare i piconi, cioé ravioli con il formaggio, i cannelloni, capretto e abbacchio arrosto, i cauciuni e le olive più famose della regione, quelle all'ascolana. Viene dunque il tempo di mettersi in marcia sui sentieri che vedono nascere i vini nobili delle Marche.

Chichì e dolcetti

Chi gradisce un rapido spuntino, a Offida può deliziarsi con il chichì ripieno, una focaccia farcita con tonno, alici, carciofini e peperoni o con prosciutto cotto, mozzarella e funghi. Agli amanti dei dolci spettano i dolcetti di Carnevale, a base di mistrà , una bevanda che nasce dalla distillazione di vini deboli miscelati con frutta e erbe, in particolare anice.

Vino Doc e

A Offida si contempla il bel Palazzo Comunale con la torre antica. La cittadina é circondata da vigne: si riempiono i bicchieri con il Rosso Piceno Superiore e poi l'Offida, la Doc più giovane della zona. Sulla tavola sfilano numerosi i piatti tipici. Da non perdere il coniglio in salmì e li taccù, tagliolini impastati senza uova, solo con acqua e farina. Vengono serviti in brodo o conditi con un sugo di pomodoro fresco.

LA RICETTA: olive all'ascolana

Sono un vanto della gastronomia marchigiana. In una padella con un pò di olio si fa rosolare la carne di vitello e maiale. aggiungendo poi sale, pepe e vino bianco. Si lascia evaporare il vino completando la cottura con il recipiente coperto.Quando la carne è ben cotta si passa al mixer, per ottenere un composto ben amalgamato. Quindi la si mescola in una terrina con il prosciutto crudo tritato, il pecorino grattugiato, il pomodoro, un pò di pangrattato, un pizzico di noce moscata e due uova. Con il composto si farciscono delle grosse olive verdi, dopo averle snocciolate. Si infarinano, si passano nelle uova sbattute e nel pangrattato e quindi si friggono nell'olio bollente. Vanno servite calde. 

Una terrazza sul Piceno

Ripatransone, le cui origini si perdono nella preistoria, é anche detta il "belvedere del Piceno", disposta com'é sulla collina più alta. In agosto le strade del centro ospitano la grande sagra del Puzzle Gastronomico. Il piatto simbolo del luogo é lu ciavarre, minestra a base di legumi, cereali e pane abbrustolito. Da provare lo stoccafisso in salsa d'alici, strombo e tonno.

Cerca gli hotels nelle seguenti località dell´itinerario

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005