Find all hotels and other accommodation facilities

Language

Otranto, sapori dell'est

Il fascino dell'Oriente d'Italia, con una cucina ricca dei sapori di mare e di terra, fra orecchiette e teglie di cozze

Itinerario da Otranto a Marina di Leuca
  Itinerario da Otranto a Marina di Leuca

Otranto, sapori dell'est

Otranto é la città  italiana più a est. Vi si repira un'atmosfera carica dei sapori della costa e dei profumi di paesi lontani. Lo splendido mosaico della metà  del XII secolo che impreziosisce il pavimento della Cattedrale é il nobile biglietto da visita della città . Centro strategico (nel 1480 i Turchi tentarono inutilmente di espugnarla), Otranto é rimasta fedele a una gastronomia attenta ai prodotti della zona. Il percorso sulla sua tavola giostra tra piatti di orecchiette alle cime di rapa, spaghetti ai gamberi bianchi, involtini di pesce spada, pastelle di calamari. Le insalate sono condite dall'ottimo olio extravergine d'oliva Terra d'Otranto Dop, dal sapore fruttato, con una vena amarognola. Le altre leccornie per la dispensa: cicoria otrantina, anguria, peperoni, verdure sott'olio, latte di mandorla.

Zinzulusa,che spettacolo

Costeggiando il litorale si arriva a Santa Cesarea Terme. Nelle fattorie si gusta la manteca, un formaggio a pasta asciutta con un cuore morbido all'interno. Una sosta merita la Grotta Zinzulusa, una spettacolare caverna marina, e quindi si consuma un pranzo a base di purea di fave, cicoriella e zuppa di pesce. E, per chiudere in bellezza, i sublimi meloni locali.

Marina di Leuca,il pesce in tavola

Sulla via per Marina di Leuca bisogna fermarsi ad assaggiare la salsiccia leccese, dal gusto forte e piccante, prodotta in modo artigianale dalle piccole aziende del territorio. Spiagge e mare blu intenso sono poi il magico scenario che attende il turista a Marina di Leuca. La tavola è apparecchiata con i prodotti del mare: polpa di scoglio in pignatta, patelle gratinate, trippa di pesce spada al sugo e la taieddha, una teglia con cozze, patate e riso.

Pane, antico Salento

Lu piezzu, la forma di pane, un tempo veniva preparato in casa e portato nei forni a cuocere. Qui il fuoco era alimentato da fascine odorose di ulivi e viti. Insaporito con le olive nere o condito con pomodoro e cipolla, il pane racchiude allora la millenaria sapienza della civiltà contadina.

Cerca gli hotels nelle seguenti località dell´itinerario

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005