Find all hotels and other accommodation facilities

Language

I pinoli di Migliarino

A pochi chilometri da Pisa, rigogliose piante sostennero a lungo l'industria alimentare nel Parco regionale che oggi affianca tante celebri spiagge di sabbia

Itinerario da Viareggio a Livorno
  Itinerario da Viareggio a Livorno

I pinoli di Migliarino

La pineta di Migliarino, in provincia di Pisa, é stata per molti decenni del XX secolo il primo centro italiano di produzione dei "pinoli" da cucina. è una splendida foresta di 2400 ettari in riva al mare, con piante centenarie, bella spiaggia e preziosa avifauna; conserva ancora i fabbricati e gli antichi macchinari per la lavorazione dei pinoli. La pineta di Migliarino fa parte del più ampio Parco regionale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli: un immenso polmone verde da visitare fra Livorno e [Viareggio|viareggio_lu], a ridosso delle frequentate spiagge di Marina di Pisa (11 km da Pisa). Il nome del Parco segnala le altre importanti attrazioni di questa zona protetta, fra cui il Lago di Massaciuccoli con l'interessante sito archeologico che vi si affaccia: una villa romana nella quale osservare tracce della zona termale e reperti conservati presso un Museo Antiquarium, dove é esposto anche un prezioso mosaico pavimentale.

Sole e ombra

Le celebri spiagge di Tirrenia e la frazione Calambrone si raggiungono 5 km a sud di Marina di Pisa, viaggiando fra il mare e la Tenuta di Tombolo. La fascia costiera é tutta caratterizzata da rive sabbiose e grandi distese di pini.

La natura in riva al mare

Il Lago di Massaciuccoli vanta un perimetro di oltre 10 km. Si é formato nell'era quaternaria quando il mare copriva un parte dell'attuale terraferma e le antiche foci fluviali diedero vita al grande invaso d'acqua. Altri scenari naturali da non perdere nel Parco regionale sono le pinete di San Rossore e Tombolo e la macchia lucchese.

San Rossore

Nel complesso il Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli (tel. 050 525500) si estende su una superficie di 24 mila ettari. La strada che lo attraversa per raggiungere il mare tocca i comuni di Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano e [Massarosa|massarosa_lu]. Il nucleo centrale é costituito dalla Tenuta di San Rossore che custodisce pini marittimi, frassini, querce e pioppi: nel Medioevo apparteneva alla Mensa Arcivescovile di Pisa, poi passò alla signoria dei Medici e ai Lorena. Oggi si visita a partire dalle Cascine Vecchie, lungo la strada fra Pisa e villa del Gombo.

L'antico acquedotto

Non lontano da antichissime sorgenti d'acqua, note già  in epoca imperiale, la campagna di San Giuliano Terme, località  Caldaccoli, consente ancora di ammirare otto archi dell'acquedotto romano di Pisa (I sec. d.C.).

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005