Find all hotels and other accommodation facilities

Language

Il fascino etrusco di Populonia

Dall'incantevole Golfo di Baratti salpavano le antiche navi dirette alle miniere dell'Isola d'Elba. L'area archeologica documenta la lavorazione dei metalli già  in epoca etrusca, presso la celebre necropoli sul mare

Itinerario da Livorno a Caldana
  Itinerario da Livorno a Caldana

Il fascino etrusco

Una necropoli etrusca, i resti di una villa romana e un incantevole scenario naturale fra il mare e le scogliere: sono i tesori del Golfo di Baratti, 70 km a sud di Livorno, una delle più belle insenature toscane con spiaggia e piccola pineta. Questo luogo carico di storia si raggiunge percorrendo da Livorno la via Aurelia (SS. 1) quasi fino a [Piombino|piombino_li]: siamo dinnanzi all'Isola d'Elba, nella rada dove salpavano le imbarcazioni dirette alle miniere dell'isola già  in epoca etrusca e romana. Le tracce del porto di Baratti sono oggi completamente scomparse, ma la presenza di millenari insediamenti é ampiamente documentata dalla celebre necropoli a pochi minuti dalla pineta. Nel Parco archeologico di Baratti (tel. 0565 226445) si osservano camere mortuarie del VII-V secolo a. C., indicate con nomi legati ai reperti rinvenuti all'interno: Tomba dei Carri, delle Tazze Attiche, dei Flabelli di Bronzo, dei Letti funebri… Non mancano importanti frammenti delle decorazioni tombali e dei corredi funerari venuti alla luce nel corso degli scavi.

Villa del Telegrafo

Pochi minuti di strada carrozzabile consentono di visitare anche la rocca di Populonia, in eccellente posizione panoramica su un promontorio a 180 metri sul mare. I resti di una villa romana - indicata come Villa del Telegrafo - si osservano dove sorgeva l'acropoli e dove sono state rinvenute anche tracce di un tempio del II secolo a.C.

L'acqua di Venturina

Le antiche terme di Populonia, invece, sorgevano probabilmente nella zona di Venturina (frazione di Campiglia Marittima, 15 km), un altro promontorio sul mare che oggi le guide turistiche segnalano per la presenza delle terme di Caldana.

I metalli dell'Elba

L'intenso sviluppo raggiunto in epoca etrusca dalla lavorazione dei metalli provenienti dall'Isola d'Elba e delle pietre per l'edilizia é documentato presso il Parco archeologico di Baratti da due interessanti itinerari tematici, nella cornice di una vegetazione rigogliosa: "La via del ferro" e "La via delle cave".

Dall'Età  del Ferro

Ceramiche e vasi decorati, una macina dell'Età  del Ferro (IX-VIII secolo a.C.) e un cinerario ovoidale: sono reperti conservati in una interessante raccolta presso l'ex frantoio di Populonia.

Consodata S.p.A. Cap. Soc. Euro 2.446.330 - Sede legale Roma - Via Mosca 43-45 - CAP 00142
Registro Imprese di Roma e Codice Fiscale n. 07902440010 e Partita IVA n. 06645501005